Anonimo, Motivi decorativi geometrici e vegetali

  • Università di Pisa. Dipartimento di Storia delle Arti , S. Cassiano di Controne (Lucca), facciata, I ordine, partic.
    Università di Pisa. Dipartimento di Storia delle Arti , S. Cassiano di Controne (Lucca), facciata, I ordine, partic.
  • Università di Pisa. Dipartimento di Storia delle Arti , S. Cassiano di Controne (Lucca), facciata, I ordine, partic.
    Università di Pisa. Dipartimento di Storia delle Arti , S. Cassiano di Controne (Lucca), facciata, I ordine, partic.

CODICI / CLASSIFICAZIONE

Numero scheda

514

Serie

Arte medievale

Busta

8. Scultura medievale. Topografico: Italia - Toscana - Lucca

Fascicolo

Bagni di Lucca

OGGETTO

Definizione

rilievo

Dati tecnici

pietra calcarea

AUTORE

Autore

Anonimo

Motivazione dell'attribuzione

analisi stilistica

Ambito culturale

Scuola italiana, scuola toscana, scuola lucchese

Datazione

Indicazione generica

XIX, prima metà

Estremi cronologici

1100 ca.  - 1149 ca. 

Motivazioni

bibliografia

LOCALIZZAZIONI

Specifiche

facciata

ANNOTAZIONI

Osservazioni

La chiesa di San Cassiano costituisce uno degli esempi di architettura romanica meglio conservati nel territorio rurale di Lucca, oltre a presentare uno dei più ricchi apparati decorativi romanici di tutta la diocesi che si concentra principalmente nella facciata. Questa è scandita in tre ordini e arricchita da un repertorio ornamentale costituito da oculi, losanghe e colonnati sovrapposti. Nel punto più alto della facciata è stata murata una ceramica islamica risalente al XII secolo circa. L'oculo cieco di calcare bianco, delimitato da una corona circolare listellata perimetralmente e decorata da un fregio di foglioline binate incise, presenta al centro una stella a sei punte che si dipartono da un cerchio centrale più piccolo e giungono fino al fregio. Questa decorazione è eseguita a opus sectile in calcare grigio. La parte inferiore dello specchio interno ha subito la sostituzione di due punte del motivo a stella e della porzione di fondo compreso fra queste. Secondo Romano Silva (1996) l'oculo è un'imitazione dell'atrio della chiesa abbaziale di Pomposa ricostruito nel 1026. In basso a sinistra è visibile la ghiera più esterna del portale e il suo intradosso che si raccorda con la ghiera sottostante decorata ad animali. La decorazione dell'estradosso consiste in una matassa a due nastri a doppio vimine fra due listelli piatti. La decorazione dell'intradosso riporta un tralcio ad andamento sinuoso che reca negli spazi concavi e convessi una foglia trilobata con picciolo, girato inversamente rispetto a quello successivo; il tralcio è reso con un largo nastro profondamente solcato al centro ed ha uno sviluppo curvilineo continuo. In basso a destra la decorazione è caratterizzata dalla riproduzione di due nastri a triplo vimine fra listelli piatti che recano al loro interno dei fiori.
Bibliografia specifica:
Mucci Colò P., La chiesa di San Cassiano di Controne nel territorio lucchese, Firenze 2004, pp. 60-73, 113-118, 130-131, 137; Concioni A., Chiesa di San Cassiano in San Cassiano, Comune di Bagni di Lucca, Lucca 2002, p. 5.

FOTO RELATIVE