Agostino di Giovanni ; Agnolo di Ventura, Chierici officianti le esequie, Motivi decorativi a cassettoni

  • Anonimo , Agostino di Giovanni; Agnolo di Ventura - sec. XIV - Chierici officianti le esequie. Particolare della Tomba del Vescovo Tarlati
    Anonimo , Agostino di Giovanni; Agnolo di Ventura - sec. XIV - Chierici officianti le esequie. Particolare della Tomba del Vescovo Tarlati
  • Università di Pisa. Dipartimento di Storia delle Arti , Agostino di Giovanni; Agnolo di Ventura - sec. XIV - Putto reggicortina. Particolare della Tomba del Vescovo Tarlati
    Università di Pisa. Dipartimento di Storia delle Arti , Agostino di Giovanni; Agnolo di Ventura - sec. XIV - Putto reggicortina. Particolare della Tomba del Vescovo Tarlati
  • Anonimo , Agostino di Giovanni; Agnolo di Ventura - sec. XIV - Particolare della decorazione del sottarco della Tomba del Vescovo Tarlati
    Anonimo , Agostino di Giovanni; Agnolo di Ventura - sec. XIV - Particolare della decorazione del sottarco della Tomba del Vescovo Tarlati
  • Università di Pisa. Dipartimento di Storia delle Arti , Agostino di Giovanni; Agnolo di Ventura - sec. XIV - Putto reggicortina. Particolare della Tomba del Vescovo Tarlati
    Università di Pisa. Dipartimento di Storia delle Arti , Agostino di Giovanni; Agnolo di Ventura - sec. XIV - Putto reggicortina. Particolare della Tomba del Vescovo Tarlati

CODICI / CLASSIFICAZIONE

Numero scheda

2

Serie

Arte medievale

Busta

1. Scultura medievale. Monografico (A-F)

Fascicolo

Agostino di Giovanni

OGGETTO

Definizione

monumento funebre

Titolo

Tomba del Vescovo Tarlati

Dati tecnici

marmo

AUTORE

Dati anagrafici

notizie 1310/ 1347

Motivazione dell'attribuzione

firma

Ambito culturale

Scuola italiana, scuola toscana, scuola senese

Dati anagrafici

notizie 1312-1349

Motivazione dell'attribuzione

firma

Ambito culturale

Scuola italiana, scuola toscana, scuola senese

Datazione

Indicazione generica

XXI, secondo quarto

Estremi cronologici

1330 - 1330

Motivazioni

data

LOCALIZZAZIONI

Ultima rilevata

Cattedrale dei SS. Pietro e Donato, Arezzo (Toscana, Italia)

Specifiche

parete sinistra, accanto alla porta di accesso alla sagrestia

ANNOTAZIONI

Osservazioni

Opera datata: iscrizione alla base del monumento ("HOC OPU[S] FECIT MAGISTE[R] AGUSTINU[S] ET MAGISTE[R] ANGELI[S] DE SENI[S] MCCCXXX"). Il monumento funebre eretto in memoria del vescovo Tarlati morto nell'ottobre 1327 (il cui corpo fu traslato ad Arezzo il 28 ottobre 1328), risulta ultimato nel 1330. Nel 1341, in conseguenza della cacciata dei Tarlati dalla città, la tomba fu notevolmente danneggiata, il suo parziale reintegro (eseguito perlopiù in stucco) sarà portato avanti da Angiolo Bini intorno alla metà del XVIII secolo.
Come evidenziato dal Bartalini l'Annunciata di Pisa e la Tomba Tarlati mostrano la "stessa linea stilistica anche se a distanza di quasi un decennio […] esemplare sviluppo in chiave "ornata" e più naturale, ma sempre severamente monumentale, di certi aspetti della scultura di Tino di Camaino. […]. Delineazione sottile, calligrafica dei capelli dei chierici, rapida ma dolce modellazione dei loro vecchi volti solcati da profonde rughe". E' stata ipotizzata la disposizione di statue monumentali raffiguranti il Vescovo a cavallo seguendo una rara iconografia funeraria di ascendenza nordica germanica (Kreytenberg) o il vescovo a piedi a capo del proprio seguito su modello della tomba ghibellina di Enrico VII, realizzata da Tino di Camaino nel Duomo di Pisa (Bartalini). Ipotesi basate sulla distruzione delle suddette statue nel 1341, di cui fa parte probabilmente un frammento di testa di condottiero conservata presso il Museo di Arte medievale e moderna di Arezzo, attribuito a Agostino di Giovanni. In riferimento all'opera il Bartalini parla di una "abbreviata definizione dei larghi volumi depressi e squadrati dei chierici che stanno ai lati del gisant".
Bibliografia specifica:
Bartalini R., Scultura gotica in Toscana. Maestri, Monumenti, Cantieri di Due e Trecento, Siena 2005, pp. 219, 222.

FOTO RELATIVE