Anonimo aretino sec. XIV, Madonna con Bambino

  • Gabinetto Fotografico della Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze , Arezzo. R. Conservatorio di S. Caterina - Statua; Madonna col bambino (sec XIV)
    Gabinetto Fotografico della Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze , Arezzo. R. Conservatorio di S. Caterina - Statua; Madonna col bambino (sec XIV)
  • Gabinetto Fotografico della Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze , Arezzo. R. Conservatorio di S. Caterina - Statua; Madonna col bambino (sec XIV)
    Gabinetto Fotografico della Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze , Arezzo. R. Conservatorio di S. Caterina - Statua; Madonna col bambino (sec XIV)

CODICI / CLASSIFICAZIONE

Numero scheda

379

Serie

Arte medievale

Busta

5. Scultura medievale. Topografico: Italia - Toscana - Arezzo

Fascicolo

Arezzo

OGGETTO

Definizione

statua

Dati tecnici

pietra

AUTORE

Dati anagrafici

sec. XIV

Motivazione dell'attribuzione

analisi stilistica

Ambito culturale

Scuola italiana, scuola toscana, scuola aretina

Datazione

Indicazione generica

XXI

Estremi cronologici

1325 ca.  - 1330 ca. 

LOCALIZZAZIONI

Ultima rilevata

Museo Statale di Arte Medievale e Moderna, Arezzo (Toscana, Italia)

Altre localizzazioni

Italia, Arezzo, Conservatorio di S. Caterina

Altre localizzazioni

Italia, Arezzo, porta delle mura Tarlatesche, porta Buia (?).

ANNOTAZIONI

Osservazioni

La Madonna col Bambino in pietra proviene da una delle dieci porte delle mura Tarlatesche, e ne testimonia il culto profondamente sentito nella città; le dieci sculture, simili nel modello e nella dimensione ma di mani diverse, sono opere di artisti locali anche se mostrano chiari influssi senesi e furono poste a coronamento delle porte nel 1339. Conservata precedentemente presso il museo della Fraternita dei Laici questa scultura, opera tra le più grossolane e legnose, esprime attraverso una squadrata semplicità una notevole vivacità espressiva. Oggi l'opera si trova all'interno del Museo Nazionale d'arte medievale e moderna di Arezzo.
Bibliografia specifica:
Pasqui U., Viviani U., Guida di Arezzo, Arezzo 1925, p. 235; Salmi M., Civiltà artistica della terra Aretina, Novara 1971, p. 73; Tafi A., Immagine di Arezzo, Novara 1978, p. 467; Maetzke A. M., Il Museo statale d'Arte Medievale e Moderna in Arezzo, Firenze 1987, p. 23; Refice P., Siemoni G., Museo Nazionale d'arte medievale e moderna di Arezzo, Firenze 2012, pp. 41-44, fig. 22; Berti L., Il Museo di Arezzo, Roma 1961, p. 11.

FOTO RELATIVE