Anonimo aretino sec. XIII, San Ludovico di Tolosa

  • Anonimo , Anonimo aretino sec. XIII - San Ludovico di Tolosa
    Anonimo , Anonimo aretino sec. XIII - San Ludovico di Tolosa
  • Anonimo , Anonimo aretino sec. XIII - San Ludovico di Tolosa
    Anonimo , Anonimo aretino sec. XIII - San Ludovico di Tolosa

CODICI / CLASSIFICAZIONE

Numero scheda

376

Serie

Arte medievale

Busta

5. Scultura medievale. Topografico: Italia - Toscana - Arezzo

Fascicolo

Arezzo

OGGETTO

Definizione

statua

Dati tecnici

marmo

AUTORE

Dati anagrafici

sec. XIII

Motivazione dell'attribuzione

analisi stilistica

Ambito culturale

Scuola italiana, scuola toscana, scuola aretina

ALTRE ATTRIBUZIONI

Motivazione dell'attribuzione

documentazione

Datazione

Indicazione generica

XX, fine

Estremi cronologici

1290 ca.  - 1299 ca. 

LOCALIZZAZIONI

Ultima rilevata

Museo Statale di Arte Medievale e Moderna, Arezzo (Toscana, Italia)

BIBLIOGRAFIA

Riferimento

Ragghianti C. L., Approssimazione a Nicola d'Apulia, in Domus, 1947

ANNOTAZIONI

Osservazioni

La statua ricavata dal marmo di una colonna romana, scambiata dagli eruditi locali per la figura di Re Lotario (imperatore carolingio che nel IX secolo conferì i privilegi alla città di Arezzo), fu portata dopo la distruzione del Duomo vecchio, avvenuta per ordine del Granduca Cosimo I nel 1561, presso l'Ospedale di santa Maria sopra i Ponti, dove fu collocata sull'altare dedicato a san Sigismondo. Nel 1906 fu attribuita dal Venturi ad Agostino e Agnolo di Ventura e dal Toesca e il Salmi a scultori di scuola senese della prima metà del secolo XIV. L'opera con ogni probabilità risale alla fine del XIII secolo ed è stata eseguita da uno scultore aretino a conoscenza dei modelli arnolfiani. De Angelis D'Ossat ha supposto che adornasse l'esterno dell'abside del Duomo Vecchio con funzione di cariatide.
Bibliografia specifica:
Pasqui U., Viviani U., Guida di Arezzo, Arezzo 1925, p. 169; Berti L., Il Museo di Arezzo, Roma 1961, p. 10; Salmi M., Civiltà artistica della terra Aretina, Novara 1971, p. 59; Tafi A., Immagine di Arezzo, Novara 1978, p. 466; Maetzke A. M., Il Museo statale d'Arte Medievale e Moderna in Arezzo, Firenze 1987, p. 24; Garzelli A., Sculture toscane nel Dugento e nel Trecento, Firenze 1969, p. 162, figg. 249-251; Refice P., Siemoni G., Museo Nazionale d'arte medievale e moderna di Arezzo, Firenze 2012, p. 41-42.

FOTO RELATIVE